Wednesday, May 7, 2008

Testamento di una morte sociale

Omofobia sterile invade le mie strade. 

GRigiume stanco mi precipita in un non so che. CUORE. Infermo è lo spirito, le vene scorrono e tutto tace. SHHHH hhh 

Ah che delusione. Sarà tutta una magnifica invenzione. Proietto pornografia schietta per nani alti più o meno quanto me. In me. Teste mozzate da camion in corsa, croci (uncinate) implorano fumo e lo ottengono con la morte. DOnne del mondo unitevi. Sfigati del mondo unitevi. Siamo noi l' unica salvezza. 

Cattiveria. Ovunque. Violenza. Ovunque. Sangue per terra. Ovunque. 

Anche nei viali più bianchi in un bel MATTINO.


D' estate cadono. Le foglie? LE EILGOF  
                                                             Omertà collegata ad omofobia. 
                                                             Omofobiaomertàomofobiaomertà.

Pubertà.


Anche masturbarsi diventa violenza. Atroce commessa contro l' altro sesso. Credo cosi.

Perchè l' uomo è cosi cattivo e violento? Io voglio solo amare, amore, amare e amore. E solo odio e violenza intorno a me. Ipocrisia. 


Solitudine è quello che ottengo. NEanche con me stesso riesco a stare. UFf . PErchè? Solo e mai solo. Vorrei solo non pensare.


Tragedia in fase R.E.M. I'm losing my religion. Non l' ho mai avuta deh! 

società suicida collasserai tuuuuuuuuuu u

suicida suicida!!  E io riderò! riderò!! ahah..ahahAHAHHAHA.

vi guarderò...uhuhuuh ciaooo!! 

basta con il campanilismo..siamo cittadini del mondo. Amiamoci. Io amo tu ami egli ama noi amiamo voi amate essi amano. 

Vorrei solo dire che la donna è molto meglio dell' uomo. L' uomo non capisce un cazzo, come quello che ha fra le gambe. Castrazione per tutti. 

Impercettibile senso di colpa. Ora giganteggia. Diventa sempre più grande. Affondo. ORa. 


1 comment:

Sakumi said...

I tuoi deliri hanno un senso :)